Che il fumo non sia uno dei migliori alleati per la salute lo sappiamo ormai da decenni, ma fin troppo spesso ci si concentra più sui danni che sulle ripercussioni monetarie che questo “vizio” porta con sé.

Ad analizzare il problema da un altro punto di vista ci hanno pensato gli esperti di analitica di Picodi.com che hanno preso in analisi i prezzi di oltre cento paesi del Mondo e quanto un fumatore medio spende sulle sigarette ogni anno.

Guida la classifica l’Australia con un costo di 22 € per un pacchetto da 20 sigarette, prezzo scelto consapevolmente dal governo australiano per cercare di abbassare il numero dei fumatori del paese. È bene ricordare, inoltre, che in Australia l’accisa sulle sigarette è aumentata del 12,5% ogni anno nel periodo di tempo 2013-2020.

La classifica completa

Alle spalle dell’Australia, leader della classifica, si piazza la Nuova Zelanda con un costo di 21 € per un pacchetto, l’Irlanda ferma a 14 € e la Gran Bretagna al quarto posto con 13,3 €.

In questa “speciale classifica l’Italia è al 30esimo posto con un prezzo medio di 5,5 € per un pacchetto, di poco sotto la Spagna che è alla posizione numero 28 con un costo di circa 5 €.

Il rovescio della medaglia è rappresentato dalla Nigeria che guida la classifica dei prezzi più economici con un costo per pacchetto di 0,82 €, davanti a Kazakistan (1 €), Bielorussia (1,36 €), Turchia (1,79 €) e Ucraina (1,90 €).

Quanto si spende annualmente per le sigarette?

Come se non bastasse il costo di un pacchetto di sigarette incide in maniera considerevole sulla spesa annuale di tantissimi cittadini. Secondo i ricercatori, infatti, il numero di sigarette fumate ogni anno ammonta a 7,41 bilioni per una percentuale di circa 18 sigarette al giorno per persona.

Secondo queste stime, tenendo conto di un fumatore che consuma un pacchetto di sigarette al giorno durante tutto l’anno, in Italia una persona spenderà 2.008 €, pari al 12% del reddito medio annuale del nostro paese.

I paesi con la più alta percentuale, dove si consumano più sigarette rispetto al reddito, sono Giamaica (2.486 € per fumatore – 38%), Repubblica Dominicana (1.365 € per fumatore – 41%) e Uganda (701 € per fumatore – 44%) mentre tra quelle con la percentuale più bassa sono Giappone (1.409 € per fumatore – 5%), Kuwait (978 € per fumatore – 5%) e Corea del Sud (1.190 € per fumatore – 5%).

Qui trovi la classifica completa: https://www.picodi.com/it/economicamente/il-fumo-nuoce-alla-salute-e-al-portafoglio